Homepage

Non potevamo non r/esistere

Il progetto nasce come volontà di non disperdere il patrimonio di uno dei punti più alti di lotta sindacale degli ultimi anni in Italia: quella di cui siamo stati protagonisti, raccontando attraverso immagini e pensieri la storia che abbiamo condiviso insieme, rivedere e rileggere il nostro protagonismo, narrare una storia quasi inenarrabile.

L’idea è quella di un libro con molte fotografie, che percorre la storia della nostra vicenda, dando ampio spazio a fatti importanti, ma non solo a quelli. Il libro sarà, in alcuni punti, riferito molto a Torino, anche se, per le manifestazioni nazionali, e altri eventi, coinvolgerà anche le altre sedi. Un paio di esempi: banalmente l’assalto alla sede di Roma, ma anche la scritta esposta dai colleghi di Bari alla fiera del Levante il 12 settembre 2009. Quindi verranno citate anche quelle iniziative che colleghi lontani hanno fatto; iniziative di cui magari non siamo a conoscenza.

Una cosa aggiunta al progetto originale, sono i ricordi, quindi una memoria (anche se filtrata dagli anni), sui fatti importanti che chiunque vorrà potrà scrivere. Pensieri, su come abbiamo reagito a questa vicenda, su come vedevano il nostro futuro e come si è poi sviluppato, su cosa abbiamo pensato… quello che è stato in pratica il nostro vissuto quotidiano. Questa, sarà una delle parti più importante: le foto sì, sono importanti, ma sono solo un istante della realtà e un’interpretazione, di questa realtà, da parte di chi scatta la foto. Le immagini possono anche dire il contrario di quello che effettivamente stava succedendo.

La trama sarà simile alla mostra a pannelli che abbiamo fatto per la festa nazionale del PD, ovviamente ampliata, sia di episodi che di foto che di testimonianze (che non sono presenti nei pannelli).

Il libro sarà in formato 22×30, leggermente più grande di un A4, con orientamento verticale in modo che possa contenere foto da 12,3×18,5 cm.

Il libro sarà autoprodotto sotto licenza Creative Commons, in cui sarà possibile ricavare opere derivate ma non per fini commerciali.

Ovviamente il progetto non è semplice… si tratta di raccogliere materiale, foto, pensieri, scritti da un po’ di persone, e assemblare il tutto, impaginarlo, correggerlo, raccogliere le liberatorie per la pubblicazione delle foto, ecc. ecc.

Di seguito potete vedere:

Foto, scritti, pensieri, critiche (che saranno cestinate ????) e, perché no, collaborazioni per correzione bozze ecc. sono ben accette… scrivendo a: libroagl@yandex.com

Ovviamente ci potrà anche scrivere chi non vuole comparire nelle foto… ci dovrà, però, aiutare a individuare le eventuali foto da eliminare o modificare.

Un grazie a tutte e tutti per il vostro protagonismo, che ha permesso (con molto ritardo) la nascita di questo progetto… e che nostra storia possa essere ispirazione a 10, 100, 1000 lotte per il diritto al lavoro!

Gruppo: https://vk.com/club187162629

Nota sulla fotografia di copertina: la fotografia di copertina è stata generata in modo automatico con il programma open source webGobbler, realizzato da Sébastian Sauvage e Kilian. Il programma ha generato l’immagine catturando frammenti di circa 300 immagini, presenti nel libro, mescolandoli in modo casuale e generando un collage metafisico che ha cercato di catturare il caos della lotta dei lavoratori di Agile/exEutelia, fissando un’istantanea soggettiva e parziale di quella lotta.

Nel caso di future edizioni, l’immagine sarà rigenerata, in modo da avere una nuova istantanea di quella lotta.